venerdì 11 marzo 2016

Viaggiare leggendo

Sono sempre alla ricerca di libri nuovi che parlino di viaggi, non ci accontentiamo di semplici atlanti ma puntiamo a quei volumi che stimolano la curiosita', che raccontano il mondo in tutti i suoi aspetti, non solo geografici, ma anche culturali, sociali e con gli occhi da "turista da divano". 
Abbiamo fatto i "turisti da divano" sfogliando tutti insieme il meraviglioso Little Kids First Big Book of The World, edito da National Geographic Kids e scritto da Elizabeth Carney.
Le fotografie sono ovviamente favolose, la grafica avvincente ed i testi semplici, scritti in caratteri grandi, adatti ai piccoli lettori.

C'e' una breve ed utile introduzione al libro che spiega ai genitori e ai bambini come sono organizzate le pagine. 


Mentre alla fine del libro, oltre all'indice e al glossario, c'e' la parte chiamata "Parent Tips", dove vengono dati consigli su come ampliare la conoscenza della geografia dei nostri bambini, con semplici attivita', con azioni quotidiane che possono sembrare scontate ma non lo sono. 
Un esempio? Il libro consiglia di far scoprire ai bambini la provenienza di prodotti alimentari o di vestiario che compriamo nei negozi. Leggendo l'etichetta possono poi consultare la mappa e invididuare da dove arrivano, che viaggio lungo hanno fatto (spesso troppo lungo!) e parlare di quel luogo.  

Il libro del National Geographic e' composto da 7 capitoli: Nord America, Sud America, Europa, Asia, Africa, Australia, Antartide (un po' mi dispiace che non ci sia la Nuova Zelanda!)

Ogni capitolo si sviluppa per argomenti.


"The Countries" e "The Land"   

Vengono proposte la mappa politica e la mappa fisica del territorio, abbinate a piccole foto dei luoghi piu' incredibili, che caratterizzano quella zona. 
Il linguaggio e' semplice e le mappe hanno una chiara legenda.



The Weather

La parte dedicata al clima e' particolarmente interessante. 
Non ha niente a che fare con i libri che studiavo a scuola, che per altro trovavo pesantissimi. 
Qui ci sono foto di piogge torrenziali, foto di spiagge di sabbia bianca e palme, foto di ghiacciai o foreste pluviali. In questo modo, tra le immagini meravigliose e le didascalie colorate non puo' non rimanere impresso nella testa dei bimbi il clima incredibile del sud america (se poi ci aggiungiamo il fatto che il ghiacciaio nella foto la mamma l'ha pure visto dal vero!)


 
The People

"Mamma guarda, questo bimbo ha gli occhi come il mio amico Arun" ha detto la mia piccola vedendo la foto dei bimbi asiatici. 
La diversita' non e' una cosa nuova per i miei figli perche' in classe la multiculturalita' e' all'ordine del giorno. Noi per primi siamo italiani in una scuola inglese. 
La parte relativa alla popolazione parla delle tradizioni, della lingua  e della cultura delle varie aree geografiche: il pellegrinaggio alla mecca per l'Asia o i gondolieri di Venezia per l'Europa.


 
The Animals

E' bellissimo scoprire insieme ai bambini gli animali tipici delle varie parti del mondo, alcuni dei quali visti dal vero in qualche nostra passeggiata nei boschi!





The Sights

I luoghi d'interesse sono presentati in questa parte, dai siti Inca del Sud America  al Colosseo e Stonehenge in Europa, dalla muraglia cinese in Asia alla barriera corallina australiana.

 


Explorer Spotlight

E' la parte dedicata alle esplorazioni presente per l'Europa, per l'Africa e per l'Antartide. 
Vengono citati esploratori famosi e le loro scoperte, come l'affascinante storia di Jane Goodall, l'etologa ed antropologa inglese conosciuta in tutto il mondo per la sua ricerca sulla vita sociale e familiare degli scimpanzé. 
Questi termini difficili "etologa" e "antropologa" non vengono usati, ma ci sono frasi semplici che raccontano di lei: "she wanted to learn everything she could about chimpanzees".



Let's go!

La parte piu' divertente e piu' stimolante per i piccoli lettori e' questa! 
Vengono suggerite attivita' scientifiche da fare con i bambini. 
Dall'osservazione degli animali nel loro habitat (un animale domestico per esempio), ispirandosi all'operato di Jane Goodall, alla divertente marcia dei pinguini che consiste nel camminare con un arancio tra i piedi, simulando il passo dei pinguini con l'uovo.




Questi sono i libri che non smetterei mai di sfogliare con loro, quelli che uniscono la scoperta al divertimento e ci aiutano a stimolarli e scoprire il mondo insieme, senza per forza dover prendere un aereo!


Titolo: Little Kids First Big Book of The World
Autrice: Elizabeth Carney
Editore: National Geographic Kids
Numero pagine: 128
Eta' consigliata: dai 4 anni

Il libro del mondo del National Geographic Kids in lingua inglese potete trovarlo qui. 

Scritto da Fabiana 

Nessun commento:

Posta un commento