lunedì 28 settembre 2015

Resilienza e bambini: parliamone con un libro in inglese

Ci sono tematiche delicate ed allo stesso tempo molto attuali che e' giusto trattare con i bambini ma e' necessario farlo nel modo giusto. 
Parlare di Resilienza - Resilience in inglese - non e' di certo semplice, solo la parola in se' puo' fare un po' impressione. 
Per resilienza s'intende la capacita' di reagire positivamente alle difficolta', avversita', traumi o alle forme diverse di stress. (Fonte APA)
E' un concetto astratto per i bambini, in certi casi difficile da capire, perche' fortemente legato alla sfera emotiva, agli impulsi, alla loro parte piu' profonda e alle esperienze di vita. 

Noi abbiamo affrontato l'argomento sedendoci sul divano e perdendoci tra le pagine del bellissimo "Ruby The Resilient", un modo intimo, famigliare ed efficace per riflettere sulla storia e sul suo messaggio con i bambini.

La giovane Ruby vive nella terra della Resilienza - Land of Resilience - in un'isola dal nome Khudiland.



"The Land of Resilience" affaccia sul "Lake of Friendship", confina con "Land of Courage" e piu' a nord si trovano "Land of Humanity", "Land of Wisdom", "Land of Modesty" e "Land of Justice". Anche i mari che circondano l'isola non hanno nomi a caso: "Sea of Sharing", "Sea of Stars" e "Sea of Welcoming". 
L'idea della mappa l'abbiamo trovata bellissima ed e' da qui che siamo partiti con curiosita' a leggere la storia.

Ruby e' una giovane ragazza che vive con la madre ed il fratellino. 
"Mamma, Ruby e' piccola per lavorare?" hanno chiesto subito i miei figli all'inizio della storia, quando l'autore descrive il lavoro che Ruby fa al porto e le immagini di quelle mani rovinate dallo spellare i gamberi. 
Lavora duro la piccola Ruby, per aiutare la sua mamma e mantenersi gli studi, ma non basta. Il fratellino sta crescendo e la madre non riesce ad affrontare il costo della scuola per lui. 
Ruby ha un piano. 
Con energia e passione si lancia nella vendita dei gamberetti grigliati. L'attivita' va talmente bene che, una volta venduti tutti i gamberetti, deve ritornare al porto per comprarne altri.


Una dimenticanza porta al disastro. 
Ruby non ha spento il barbecue. 
"E' colpa sua!" dicono i miei figli nella pagina cupa, drammatica del fumo e dell'odore di bruciato nell'aria.


Qui lo spunto al dialogo: come un nostro errore possa portare a conseguenze gravi e come reagire al dispiacere, al senso di colpa per aver sbagliato e rimediare al danno fatto. Puo' succedere a noi adulti come ai bambini. 

Ruby e' talmente sconvolta dall'accaduto che sviene. E' questo un momento importante della storia, momento nel quale suo padre le appare in sogno in un paesaggio di montagna con un falco 
"O hawk, don't be afraid of these gusts of wind that hit you, they are only meant to make you fly higher". 

Un punto difficile della storia, complesso, che ha confuso un po' i piu' piccoli di casa, di 4 e 7 anni, ma che ha colpito invece il piu' grande, che con i suoi 9 anni era intento a cogliere il senso del racconto. 

E' un momento difficile per Ruby, dove la sua grande passione, quella che l'aveva guidata nel mettere in piedi il suo piccolo business l'abbandona, ma per poco. 

Sara' quella frase trovata nell'angolo di un libro a scuola che la fara' rialzare e le fara' capire il messaggio del padre apparsole da svenuta. 

Money lost, nothing lost;
courage lost, something lost;
honour lost, much lost,
but when soul lost, all lost.


Il finale e' bello, toccante e trasmette un messaggio di speranza che e' arrivato diretto al mio bimbo piu' grande. 
E adesso ogni volta che lui si abbatte per qualcosa che non riesce a fare o per un errore fatto, dai compiti a scuola ad una competizione non vinta, dalla litigata con un amico alla difficolta' di legare con altri,  noi pensiamo a Ruby, alla sua passione e alla sua grinta ed abbiamo un buon esempio da seguire, nella speranza di volare alti nonostante le raffiche di vento che ci faranno scendere giu'.


Titolo: Ruby The Resilient
Autore: Atif Ali
Illustratore: Monica Bonvicini (potete contattarla se siete interessati al libro scrivendo a info@monicabonvicini.it)
Editore: Blake Hall Publishing
Numero Pagine: 30
Età consigliata: dai 7 anni in su

Scritto da Fabiana

Nessun commento:

Posta un commento