mercoledì 16 settembre 2015

Broccoli, Canguri e Australia: il libro bilingue di Elena Bertocco

Oggi vi facciamo conoscere un'autrice e illustratrice di libri per bambini: libri bilingue inglese/italiano. Lei e' Elena Bertocco e vive in Australia con la sua famiglia. 
E' 100% italiana, ma negli ultimi quindici anni ha vissuto negli Stati Uniti d'America, in Inghilterra e ora vive nella capitale dell'isola piu' grande del mondo, Canberra. Con lei vivono suo marito e i suoi tre figli, che lei chiama simpaticamente moschettieri, di undici, otto e tre anni.

Elena ci ha invitato a leggere il suo primo libro, The Broccoli Family meets the Kangaroo / La famiglia broccoli incontra il canguro e noi abbiamo raccolto l'invito sedendoci sul divano con i nostri bambini e sfogliando il libro insieme a loro. E' stato un momento di divertimento per tutti! Non appena abbiamo saputo che i protagonisti della storia sono una famiglia di broccoli siamo scoppiate a ridere. In Inghilterra e in Irlanda, specialmente durante il periodo invernale, si vedono broccoli ovunque. Sono quasi un incubo!

Il libro narra la storia di una famiglia di broccoli che deve trasferirsi in Australia per il lavoro del papa'. Il momento di chiedere alla propria famiglia se e' disposta a trasferirsi tanto lontano e' sempre delicato. Papa' broccolo ci riesce egregiamente.

Abbiamo pensato di intervistarla per farla conoscere ai nostri lettori. Lasciamo a lei la parola.

Elena Bertocco




Quando hai capito di voler scrivere ed illustrare libri per bambini? In che continente ti trovavi quando è scattata questa passione? 

Non c’è un momento particolare nel quale ho deciso di voler illustrare e scrivere libri per bambini. La passione di scrivere, raccontare storie fantasiose è parte di me. Nella mia famiglia ero e sono la creativa per eccellenza un po’ in tutte le forme artistiche! Mi basta poco per far scattare la molla della creatività e lasciarmi trasportare dalla sua bellezza.

 

Come mai l’idea di un libro bilingue?  
I miei figli sono bilingui (italiano/inglese) e spesso capitava, quando leggevamo, che mi chiedessero come si scrivevano in italiano alcune parole. Ho notato che erano interessati alla scrittura delle parole e alla struttura delle frasi. Cosí è scattata la famosa molla della creatività! Scherzi a parte, i libri con i due testi vicini danno questa flessibilità di paragonare e riflettere sull’aspetto strutturale linguistico. Inoltre, ho cercato di rendere l’apprendimento di nuove parole un po’ divertente usando colori e caratteri speciali per alcune parole chiave. Lo sappiamo tutti che imparare una seconda lingua non è sempre divertente o facile!  Il mio obiettivo, con i miei libri bilingui, è di rendere questa esperienza meno noiosa possibile! 

Perché hai scelto proprio la famiglia dei broccoli?  
Questo è molto divertente! Il cognome di mio marito è Troccoli ma spesso capita che, per sbaglio, ci chiamino broccoli! E così ho pensato di dare vita a questi personaggi un po’ insoliti, divertenti e pionieri! Poi, la trama delle storie rispecchia un po’ la nostra vita piena di avventure in giro per il mondo. Insomma una vera e propria zuppa di broccoli!    

Se dovessi descrivere il tuo libro con tre aggettivi quali sceglieresti? Perche'?  
Divertente perché mi piacciono le storie che fanno ridere! 
Istruttivo perché mi piace imparare fatti di cui posso approfondire la conoscenza in un secondo momento.
E poi educativo perché mi piace trasmettere valori appresi, ed esperienze vissute, in questa grande avventura che è la vita! 

Nel tuo libro tutta la storia si sviluppa intorno a domande a cui si danno risposte brevi che descrivono un realta’ australiana. Perche’ credi che questa formula possa essere d’aiuto nell’apprendimento di una nuova lingua?   
Dici bene. Domande e risposte, o meglio dialogo, sono la struttura dei miei libri. Quando si impara una lingua  il dialogo è importante perché aiuta a stimolare la conversazione,  la rende interessante e attiva. Nei miei libri il lettore trova un dialogo che spesso riflette situazioni quotidiane. Per esempio: “Canguro, hai una mamma e un papà?” oppure “Per piacere mi fai vedere dov’è la tua casa?” E per rendere ancora più piacevole e interessante il dialogo del mio libro faccio uso di complici, gli animali nativi Australiani. 

Ci sara' un seguito? Ci farai sapere come procede la vita della famiglia Broccoli una volta raggiunta l'isola australiana?  
Certo che c’è un seguito! Le avventure della famiglia Broccoli sono appena iniziate! Ve lo immaginate Papà Broccoli alle prese con l’ansiosa famiglia procione? E Pietro e Margherita che devono imparare l’inglese? 

Hai un sito internet dove ti possiamo trovare e sapere piu’ cose di te e del tuo lavoro?  
Il mio sito è: http://www.elenabertocco.com   
dove troverete informazioni sui miei libri bilingui e la mia esperienza nel bilinguismo.  Mi farà molto piacere conoscervi: scrivetemi e vi risponderò al più presto!  

Dove possiamo trovare il tuo libro?  
I miei libri sono disponibili su Amazon, oppure potete trovare il collegamento diretto sul mio sito, insieme ad altro materiale per i vostri bambini! 

Senti un po’, ma tu il ragno con la schiena rossa lo hai mai visto?
Prima di lasciarvi vi devo raccontare un’avventura della famiglia Troccoli. Appena arrivati in questo esotico continente eravamo molto curiosi di vedere il leggendario ragno dalla schiena rossa. Eravamo informatissimi! Sapevamo quanto grande era, cosa mangiava e la sua pericolosità! Cosí armati di lente di ingrandimento per giorni e giorni andavamo in giro per il giardino alla ricerca, ma niente …. quando  un pomeriggio afoso decidemmo di fare un pediluvio  seduti sotto la nostra quercia e guarda caso anche la famiglia ragno dalla schiena rossa aveva avuto la stessa idea!  Imparammo subito che quando é caldo a loro piace riposarsi nei posti umidi!


Elena Bertocco



Se volete far parte del launch team di Elena per il suo libro non esitate a contattarla, vi rispondera' con piacere!


Ringraziamo tantissimo Elena per averci fatto conoscere questo suo libro e le avventure della famiglia di broccoli pronta a partire per l'Australia!


Scritto da Miriam

Nessun commento:

Posta un commento